martedì 30 marzo 2010

HUMOR

PIU' CHIARO DI COSI'!!!

TRENTINO ALTO ADIGE

CARTOLINE D'EPOCA

Girovagando in internet mi sono imbattuto in un sito bellissimo: http://www.catinabib.it/ della Biblioteca Comunale di Trento. In questo sito il Progetto Catina "Catalogo Trentino di Immagini", un progetto che si occupa di una notevole raccolta di cartoline illustrate di argomento trentino.
Ci sono catalogate migliaia di cartoline ed incisioni bellissime e chi è appassionato di montagna e di questi luoghi deve assolutamente visitarlo.

Il Sassolungo (1941)
Alba di Canazei (1952)
Capanna Principe (1955)
Chalet Pian dei Fiacconi (1956)
Canazei (1957)

Rifugio Larsec al Catinaccio (1958)

lunedì 29 marzo 2010

IMMAGINI CURIOSE

MEGLIO CHE STO FUORI!!!

venerdì 26 marzo 2010

RECESSIONE !!!

Recessione?
Probabilemente questa "recessione globale" non ha avuto un impatto negativo su tutti. Si tratta di una Mercedes Benz di proprietà di un miliardario di Abu Dhabi (naturalmente). Con il V10 di nuovo sviluppo quad turbo, con 1.600 cavalli e 2800nm di coppia 0-100km / h in meno di 2secs
Inoltre la carrozzeria, a quanto pare, non è di acciaio inossidabile, gente, è ORO BIANCO!


IRLANDA - IRELAND

CHE MERAVIGLIA!!!!

giovedì 25 marzo 2010

VIDEO

RICORDI DEL PASSATO

WILMA GOICH - SE STASERA SONO QUI

Se stasera sono qui è perchè ti voglio bene . . . . .

MILANO - MUSEI

MUSEO DEL CASTELLO

mercoledì 24 marzo 2010

MONTE ROSA

VETTA DEL CASTORE

Fonte: http://www.monterosa4000.it
Il Castore è il più alto delle due vette che vengono anche chiamate "i Gemelli", l'altro più basso invece è il Polluce. Ha una forma molto compatta ed è quasi interamente innevato, lo si vede dal Colle di Felik imponente per la sua larghezza. Visto invece dal Polluce si nota una figura più appuntita e snella.
Nel 1861, esattamente il 23 agosto, la Guida Alpina Michel Croz di Chamonix con W. Mathews e F.W. Jacomb, salirono sulla vetta del Castore per primi, percorrendo la cresta sud-est.
Il Castore è visitato da numerosi alpinisti che raggiungono la vetta percorrendo la via normale dal Colle di Felik: le difficoltà di questa via sono limitate e il panorama, una volta in vetta, è straordinario!!!

IMMAGINI DAL MONDO

IL MIO NOME E' MAI PIU'
Fonte: Focus.it

TRENTINO ALTO ADIGE

VERSO IL CONTRIN

martedì 23 marzo 2010

FULCIADE

IMMAGINI CURIOSE

INCONTRO RAVVICINATO
Fonte: Focus.it

VIDEO

CONCERTO DI ARANJUEZ

PACO DE LUCIA

venerdì 19 marzo 2010

MONZA - VILLA REALE

LA VILLA REALE

La Villa Reale di Monza è un grande complesso di stile neoclassico che fu usato come residenza prima dai reali austriaci e poi da quelli italiani. Attualmente ospita mostre ed esposizioni.






giovedì 18 marzo 2010

VIDEO

JETHRO TULL
BOUREE

Un classico eseguito magistralmente dal pifferaio magico "Ian Anderson"

TRENTINO ALTO ADIGE

AL PASSO SELLA
BY NIGHT

mercoledì 17 marzo 2010

IN GIRO PER RIFUGI

RIFUGIO PUEZ 2475 mt

E' uno dei rifugi che amo di più. Ci sono stato parecchie volte e i panorami che si possono ammirare durante la camminata sono veramente indescrivibili. Il passo Crespeina con la veduta del vastissimo pianoro dove è posto il rifugio, Il Passo del Cir se si sale dal Dantercepies con la veduta del Gruppo del Sella, del Sassolungo ecc... Bellissimo.

Fonte: Wikipedia
Il Rifugio Pùez è un rifugio CAI che si trova sopra al paese di Colfosco, in una valletta erbosa ai piedi delle Punte del Pùez, a 2.475 m s.l.m.Il 22 giugno 1889 la sezione ladina del DuÖAV (l'equivalente austriaco del Club Alpino Italiano) inaugurò un ricovero per alpinisti all'Alpe del Puez, che poteva ospitare 14 alpinisti.Nel 1903 questo ricovero fu trasformato in un rifugio vero e proprio, denominato Puezhütte.
Durante il primo conflitto mondiale il rifugio venne seriamente danneggiato. Nel 1918 venne espropriato alla sezione Ladinia del DuÖAV ed assegnato alla sezione di Bolzano del CAI (Club Alpino Italiano), che provvide a ripararlo. Recentemente un nuovo rifugio è sorto accanto al vecchio. In totale, tra i due rifugi, sono disponibili 94 posti letto.

Si può accedere al rifugio Puez attraverso 5 sentieri:
da Selva di Val Gardena (1.563 m) per i sentieri n.14,16 e 2 passando attraverso la Vallunga (ore 3, difficoltà E (Escursionisti), 855 m di dislivello).
da Selva di Val Gardena (1.563 m) per i sentieri n.14,16 e 2 seguendo un percorso simile deviando dal n.16; eguali durata, dislivello e difficoltà;
da Pedràces (1.330 m) per il sentiero n.6 per il passo Juél (1.725 m) e il vallone d'Antersàss (ore 2,30, difficoltà EE (Escursionisti esperti), dislivello 740 m.
da Longiarù (1.898 m) per i sentieri n.9 e 6 per il vallone d'Antersàss (ore 3,difficoltà EE, dislivello 875 m)
da Colfosco (1.645 m)per i sentieri n.4 e 2 (ore 2,30-3,difficoltà E, dislivello 830 m).è inoltre possibile accedere dal rifugio Gardenaccia (2.050 m) per il sentiero n.15


martedì 16 marzo 2010

lunedì 15 marzo 2010

MILANO - CURIOSITA'

CA DI CIAPP
CASA DELLE NATICHE

Conosco molto bene il palazzo Castiglioni in quanto mi sono fermato molto spesso ad ammirarlo nelle mie scorribande post mensa ma c'era un particolare che mi incuriosiva tantissimo e precisamente il motivo per il quale era chiamato la Cà di Ciapp.
Quindi cartina in mano mi sono incamminato verso la villa Faccanoni dove ho potuto fotografare l'oggetto dello scandalo.

Un pò di storia:

Il Palazzo Castiglioni è stato progettato dall'architetto Giuseppe Sommaruga su commessa dell'industriale Ermenegildo Castiglioni, e si trova al numero 47 di Corso Venezia. Considerato uno dei capolavori del Liberty italiano, il palazzo ci interessa soprattutto per una cosa che oggi gli manca. Infatti al momento dell'inaugurazione, avvenuta nel maggio del 1904, il portone era abbellito da una coppia di statue, allegoria della pace e dell'industria, rappresentate come donne prosperose e seminude. Le due procaci figure scandalizzarono i benpensanti dell'epoca e diventarono soggetto di sarcasmo tra il popolo, che con il tipico sarcasmo meneghino ribattezzò il palazzo "Cà di ciapp" ovvero "la casa delle natiche". Dopo qualche tempo Castiglioni decise di cedere a sarcasmi e pruderie, facendo smantellare le statue.Furono riutilizzate (in una posizione più defilata) per incorniciare una entrata laterale della villa Faccanoni, (oggi clinica Columbus, in via Buonarroti 48) sempre progettata dal Sommaruga.

Oggi sono ancora lì, un pò dimenticate ma sempre molto provocanti.

Ecco l'oggetto dello scandalo

sabato 13 marzo 2010

VIDEO

CLAUDIO BAGLIONI

CON TUTTO L'AMORE CHE POSSO.

TUTTO L'AMORE CHE IO POSSO E' PROPRIO NIENTE.....

giovedì 11 marzo 2010

MILANO

INVERNO
COLPO DI CODA

Quest'anno l'inverno non vuole proprio finire. Ieri a Milano ha nevicato per tutta la giornata e meno male che la neve ha attaccato solo sugli alberi e nei prati, altrimenti ne eravamo sommersi. Ho fatto un giro al parco Sempione e ho scattato qualche gelida foto. Un Brrrrrrrrrrrr a tutti.





mercoledì 10 marzo 2010

VIDEO

THE BEATLES

THE ROCKY RACCOON

Rocky Raccoon checked into his room. Only to find Gideon's

martedì 9 marzo 2010

lunedì 8 marzo 2010

VIDEO

THE BEATLES

BLACKBIRD

Una bellissima canzone per terminare al meglio la giornata.

domenica 7 marzo 2010

venerdì 5 marzo 2010

VIDEO

LUCIO BATTISTI

EMOZIONI

PER FINIRE BENE LA SETTIMANA.

giovedì 4 marzo 2010

VIDEO

ANTONIO VIVALDI

LA PRIMAVERA

Anniversario della nascita avvenuta appunto il 4 marzo 1678

IN GIRO PER RIFUGI

RIFUGIO KOSTNER

Il Rifugio Kostner si trova nelle Dolomiti, e piú precisamente nel gruppo del Sella. Sorge su di un balcone naturale a 2550 mt di quota e il panorama di cui si gode é bellissimo. Si possono ammirare cime famose come la Marmolada, il Civetta, le Tofane, il Sorapiss e tante altre.
Il Rifugio Kostner si raggiunge in ca.2 ore dal Passo Campolongo per il sentiero n.638 ma l'accesso piú comodo e veloce é da Corvara sfruttando gli impianti di risalita BOÈ e VALLON.



Il laghetto Boè

Il Vallon